Come scegliere la molla a gas più adatta per interventi di manutenzione

La molla a gas è un dispositivo usato in differenti ambiti, non esclusivamente in quelli tecnici o meccanici, in quanto sono presenti anche in pensili e mobili, per ottimizzare l’apertura delle ante.
Esse si trovano spesso nei portelloni delle auto ma pure in quelli situati in barche e autobus, non di rado si possono reperire nei lucernai delle case o sulle sedie da ufficio, infine si possono incontrare in ambito industriale, per regolare la pressione di macchinari.

Tale sistema permette di creare un movimento rallentato evitando che due componentistiche collidano tra loro in modo brusco ma, allo stesso tempo, favorisce lo spostamento di pesi particolarmente gravosi, consentendo, anche a chi non ha particolare forza, di aprire e serrare vani.
La sostituzione di questa molla non è un evento raro quindi è bene conoscere le sue specifiche per acquistare il pezzo che faccia maggiormente al caso proprio.

Molla a gas cos’è e a cosa serve

La molla a gas è un dispositivo diverso da quelle classiche, infatti non ha un andamento aspirale ma è costituita da due tubi di metallo che scorrono l’uno dentro l’altro, grazie alla presenza di un gas.
Il loro uso principale è quello che consente il sollevamento o l’abbassamento controllato di strutture anche molto pesanti, senza l’uso di energia esterna.
Queste molle possono essere presenti già in alcuni sistemi o si può decidere di integrarle in un secondo tempo, per migliorarne le prestazioni. Qualora si stia cercando un prodotto davvero valido è possibile acquistare molla a gas su it.rs-online.com, un portale e-commerce che offre componenti di qualità a prezzi vantaggiosi.
La possibilità di fare acquisti online è un plus che consente di visitare il negozio quando e dove si vuole, leggendo le specifiche dell’oggetto sulle schede dettagliate e, una volta selezionato ciò che si desidera acquistare, ricevere la merce in pochi giorni dall’ordine.

Nelle molle a gas sia il cilindro che l’asta che scorre al suo interno hanno dei sistemi di ancoraggio per poterle fissare dove si desidera. Il gas è costituito da azoto puro, una sostanza del tutto sicura in quando è atossica e non può esplodere, anche se si trova a una pressione molto alta. Si consiglia comunque di non forzare in alcun modo il dispositivo pressurizzato in quanto una violazione potrebbe favorire la dispersione dei pezzi nell’area circostante, con il rischio di ferire chi si ha intorno.

Come scegliere la molla a gas più adatta alle proprie esigenze

Anche se le funzionalità delle differenti molle a gas sono simili, qualora esse debbano essere istallate a vista è importante la loro estetica, queste si possono acquistare di colore nero, in questo caso sono verniciate a polvere, o con l’esterno cromato. In entrambi i casi si tratta di sistemi molto resistenti che non vengono intaccati dalla corrosione, pure se sono impiegati in ambienti particolarmente umidi.
Qualora il dispositivo debba operare in un luogo estremo si può preferire l’acciaio inossidabile al posto di quello classico.

Il pistone utilizzato nelle molle può essere di grandezza differente, ciò è correlato alla forza di estensione, tale parametro è fornito dal venditore e va da 50 fino a 2500 N. In tal senso un altro aspetto da considerare è l’estensione cioè la lunghezza del sistema, sia quando è completamente disteso ma anche da chiuso.
Prima dell’acquisto occorre considerare se il kit comprenda una o due molle e quali accessori fornisce per il montaggio. Alcuni set, infatti, oltre che al dado per fissare il bullone che si trova nella parte terminale del dispositivo, presentano pure degli occhielli e delle chiavi a brugola per facilitare l’assemblaggio e lo smontaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Servizi
Listino
Ambiente
Trova
Utilitarie