Il mercato delle auto è in crescita: ecco perché

gennaio 10, 2023 by silvia in News with 0 Comments

Anche nel mese di novembre il 2022 si è rivelato un anno positivo per il mercato delle auto, che sta vivendo una fase di crescita. Mentre le associazioni di settore mettono in evidenza la necessità di rinnovare il parco circolante, ritenuto vecchio e obsoleto, ecco che la diffusione di mezzi a ridotte o zero emissioni sembra essere diventato un obiettivo raggiungibile.

Intanto le immatricolazioni dei veicoli nuovi sono aumentate a poco meno di 120mila unità, con una crescita rispetto al mese di novembre del 2021 di quasi il 15%: all’epoca, infatti, le immatricolazioni non avevano raggiunto la soglia delle 105mila unità. Insomma, nel corso dei mesi più recenti il mercato automotive è ripartito, per quanto il bilancio del 2022 sia ancora in perdita, con 160mila immatricolazioni in meno rispetto al 2021.

Una delle soluzioni che possono essere adottate al fine di svecchiare il parco auto del nostro Paese è costituita dal noleggio, che può costituire anche un volano per la transizione ecologica. Soprattutto per le vetture elettriche e ibride: e a proposito di noleggio auto ibride, vale la pena di scoprire il ricco assortimento di proposte di Maggiore, che consente di scegliere anche modelli di ultima generazione, con tecnologie all’avanguardia.

Lo studio più recente condotto da Unrae ha messo in evidenza un incremento delle soluzioni di alimentazione a gpl, a diesel e a benzina. Cala, invece, il metano, che si ferma a una quota complessiva dello 0.3% del mercato. D’altro canto, è positivo il dato delle vetture plug-in e delle elettriche pure, così come si dimostrano dinamiche le ibride. I canali business sono in crescita, sia per quel che riguarda il noleggio a breve termine, sia per ciò che concerne quello a lungo termine.

A novembre sono cresciute le utilitarie, con le city car che invece hanno mostrato segni di stagnazione. In tema di carrozzerie, i fuoristrada e i crossover rappresentano le soluzioni più apprezzate, con più della metà delle preferenze.

Le berline, invece, sono calate di 3 punti percentuali. La classifica relativa al numero di immatricolazioni di auto è guidata dalle regioni del Nord, mentre quelle del Sud, comprese le isole, a novembre hanno fatto registrare un calo di un punto. Il dato delle emissioni medie di anidride carbonica per le immatricolazioni di novembre è, infine, in aumento di oltre il 3%, con una soglia di 118.5 grammi per chilometro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Servizi
Listino
Ambiente
Trova
Utilitarie